Le piante premiate alla IV sessione 2023 del Giudizio online

in copertina: Paphiopedilum Haiphong Baby ‘Cutie Pie’ CM/GO-SFO| © Società Felsinea di Orchidofilia APS

Il 15 gennaio 2024 si è chiusa la raccolta del materiale per la quarta ed ultima sessione di giudizio online del 2023; 9 è il numero di piante presentate di cui ben 7 hanno ricevuto almeno un premio.

Bifrenaria tetragona ‘Maçã e Chocolate’, esemplare coltivato da Federico Carotti, è stata presentata con 30 fiori su 9 steli, di cui ciascun fiore di estensione orizzontale 5 cm ed estensione verticale 5 cm. Specie originaria della foresta atlantica costiera, nel Sudest del Brasile, è stata sottoposta ai giudici nella sua forma coerulea, raramente presente nelle collezioni private pur essendo stata descritta già nel 1831 come Epidendrum calcaratum e successivamente pubblicata nel 1914 con l’attuale nomenclatura. Questo esemplare riceve il Certificato di Riconoscimento Botanico (CRB-GO/SFO) e grazie a questa colorazione eccezionale del labello riceve un Encomio dei Giudici (EG-GO/SFO); oltre a questi premi, il collegio giudicante, assegna a questo esemplare un Certificato di Valore (CV-GO/SFO) di 79 punti, merito della colorazione intensa e della forma superiore rispetto alla media della specie. Il nome cultivar ‘Maçã e Chocolate’ fa riferimento al dolce brasiliano composto da una mela ricoperta di cioccolato che ne richiama la colorazione.

Catasetum Demogorgon ‘Sol da Meanhã’, coltivato da Federico Carotti presenta 25 fiori e 1 bocciolo su 1 stelo, che misurano orizzontalmente 8 cm e verticalmente 6 cm. Ibrido tra Catasetum DF Adriana Feitoza e Catasetum semicirculatum, registrato da Bela Vista Orchids nel 2019, è dedicato al mostro mitologico portato poi alla ribalta dalla serie televisiva Stranger Things, di cui il fiore ricorda appunto la testa, riceve un Certificato di Merito (CM-GO/SFO) di 80 punti grazie alla colorazione piena e intensa di petali e sepali che risultano anche ampi e ben disposti; il labello inoltre dona luminosità e ispira il nome cultivar che tradotto significa "sole mattutino".

Encyclia Rioclarense ‘Da De’, ibrido tra Encyclia cordigera e Encyclia randii registrato da Werther nel 1994, con 31 fiori su 5 steli di estensione orizzontale e verticale di 6 cm, è stato coltivato da Federico Carotti. Generalmente questo ibrido si trova più frequentemente somigliante a E. cordigera mentre in questo splendido esemplare abbiamo il perfetto connubio tra le due specie genitrici, il labello ampio e chiaro di E. randii e il colore intenso di petali e sepali di E. cordigera; per queste motivazioni riceve un Certificato di Merito (CM-GO/SFO) di 80 punti. Il nome clonale è una dedica alla moglie Denise.

Paphiopedilum Haiphong Baby ‘Cutie Pie’ ibrido tra Paphiopedilum rungsuriyanumPaphiopedilum niveum registrato da Michael Tibbs nel 2022, vanta come genitore anche il famoso P. rungsuriyanum, descritto da Olaf Gruss solo nel 2014. Con 1 fiore su 1 stelo, di estensione orizzontale di 7,3 cm e verticale di 5,5 cm, questa pianta viene presentata dal coltivatore Thomas Jacob per la seconda volta al collegio giudicante: precedentemente non era stata premiata a causa di alcune imperfezioni ora risoltesi e quindi riceve un Certificato di Merito (CM-GO/SFO) di 80 punti. Anch’esso un’ottima sintesi dei genitori, si può apprezzare la sfumatura vinaccia tipica di Paph. rungsuriyanum su una forma più ampia portata da Paph. niveum che accentua le sfumature bianche sui petali.

Cattleya warneri ‘Haru’, una delle specie protagoniste del gruppo delle Cattleya “classiche” è presentata nella sua colorazione tipica, con 2 steli per un totale di 8 fiori, che misurano orizzontalmente e verticalmente 18 cm. Il coltivatore Federico Carotti dedica la pianta al suo cagnolino Haru. La sua eleganza unita al colore omogeneo e a una forma notevole, le è valso il Certificato di Merito (CM-GO/SFO) di 81 punti.

Stanhopea tigrina ‘Choco Dream’ esemplare con 6 fiori su 2 steli, di estensione orizzontale di 17 cm e di estensione verticale di 13,5 cm, coltivata da Federico Carotti, è una specie raramente vista a giudizio a causa della breve durata della fioritura. Questo esemplare ha ricevuto un Certificato di Merito (CM-GO/SFO) di 83 punti grazie alla sua simmetria e all’ampiezza dei suoi sepali. Questo premio è l’esempio di come il giudizio online permetta di poter premiare anche piante dalla fioritura breve come nel caso del genere Stanhopea.

Cattleya tigrina ‘Dark Prince’ con 20 fiori su 2 steli, che misuravano 8,5 cm orizzontalmente e altrettanti verticalmente, è coltivata da Federico Carotti. Questa fioritura dallo straordinario impatto visivo ha ricevuto un Certificato di Merito (CM-GO/SFO) di 83 punti: possiamo ammirare una Cattleya tigrina con una colorazione estremamente intensa e satura in ogni sua parte unita ad un’ottima forma delle parti del fiore.

Scopri le piante premiate nelle altre sessioni 2023:
prima sessione;
seconda sessione;
terza sessione.

Congratulazioni a tutti i premiati e grazie a tutti i partecipanti!

Orchi-Share!

Stefano Bioni

Coltivatore e appassionato di orchidee, ha conseguito il diploma di perito agrario. In collaborazione con Alejandro Capriles, ha contribuito alla creazione del sistema di giudizio online della SFO nel 2020. Attualmente, svolge il ruolo di segretario del sistema di giudizio ed è il primo giudice completamente formato attraverso il sistema di giudizio della Società Felsinea di Orchidofilia APS. Nel gennaio 2023 ha registrato con orgoglio il suo primo ibrido di orchidea.

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Commenti incorporati nel testo
Visualizza tutti i commenti